blabla-sonia: E intanto il Vesuvio che fa?

giovedì, gennaio 10, 2008

E intanto il Vesuvio che fa?

In questo periodo, sul discorso della munnezza a Napoli, se ne sta parlando in maniera assidua un po' dappertutto.

C'è troppa gente, però, anche sugli organi di informazione che parla, parla, e che alla fine, non sa nemmeno di che cosa stia discutendo.

Per quel poco che ho potuto vedere, nei giorni scorsi, quando sono stata nella zona della Campania e per quel poco che ho convissuto con un gruppo di persone del posto, posso dire che sono molti quelli che si prodigano nella raccolta differenziata dei rifiuti e nel rispetto dell'ambiente, ma qui, ci si trova di fronte ad un problema dove, i cittadini, c'entrano sì, ma in minima parte. Non è più una questione di poco senso civico da parte di chi abita quelle terre, ma piuttosto, l'effetto di quello che sta succedendo è che la spazzatura non può essere più raccolta perché la pratica per troppo anni abusata del "tutto in discarica" è ormai terminata (per la verità, già da tempo). Il governo centrale e gli amministratori locali, che per anni hanno utilizzato l'intero territorio campano come una grande pattumiera a cielo aperto per i rifiuti di tutt'Italia, adesso non sanno più che pesci prendere.

Il problema risale a diversi anni fa, dunque, e solo oggi fa più scalpore perché GIUSTAMENTE l'Unione Europea (visto che i politici in tutti questi anni hanno preso il problema sotto gamba), ha deciso di non trasferire più i finanziamenti all'Italia se non si risolve il problema a Napoli e in Campania; ecco quindi che il buon Mister Mortadella ha pensato in burocratese: "Oh cazzo, l'Europa non ci dà più i finanziamenti? Male, allora mi metto in prima fila e provo a risolvere il problema di petto". E come ha deciso di risolverlo? Semplice, dicendo (sempre in burocratese): "miei cari cittadini campani, voi state facendo fare all'Italia una figura di merda in tutta Europa. A questo punto meritate di essere gestiti da un super poliziotto". Ecco perché si sta parlando così tanto del problema, perché Mister Prodi e scagnozzi non se la sentono di perdere i finanziamenti da parte dell'Europa.

La questione "munnezza" è lì, di fronte a tutti: se il dramma che vivono i cittadini campani è ancora devastante è perché in fondo, avere una situazione così oscena, ha fatto comodo soprattutto al potere politico.

technorati tags: ,

2 Comments:

Blogger zefirina said...

e per completare l'opera gli ha mandato pure l'esercito
n'atavota (si scriverà accussì?)

c'è da vergognarsi
aspettiamo sempre che i problemi arrivino a livelli esplosivi

10:44 AM, gennaio 10, 2008  
Anonymous Kiara said...

Ecco io resto basita di fronte al televisore, chè se penso che siamo nel 2008, queste cose proprio.. come dire, mi viene il vomito.
Baci Sonietta.

3:35 AM, gennaio 11, 2008  

Posta un commento

<< Home