blabla-sonia: Imparo solo dai miei sbagli

lunedì, settembre 18, 2006

Imparo solo dai miei sbagli

Ciao ragazzi,
questo è un post che ho scelto di scrivere come se stessi scrivendo una lettera ad un amico/a.
Sento il bisogno di parlare un po’ insieme a voi, di sfogarmi un po’ a cuore aperto sull’esperienza che vivo nel possedere un blog.
Vi garantisco che scrivere questo post, è per me un’ impresa molto ardua: per prima cosa non so da dove cominciare, e in secondo luogo parlare di certe cose non è del tutto semplice. Cercherò il più possibile di impegnarmi nel trasmettervi questo mio messaggio, il più spontaneamente possibile.

Perdonate la mia ripetitività, ma come molti di voi sapranno, tre mesi fa molto “ingenuamente” ho aperto questo blog, all’insaputa di cosa fosse esattamente ( per chi non lo sapesse qui c’è l’intervista fattami da Gidibao's Cafe).
Dal momento che è passato un po’ di tempo, credo sia giunto il momento di trarre delle piccole conclusioni personali, motivando sia i pro e i contro di questa straordinaria esperienza, la quale però a volte, comporta un vero e proprio dispendio di tempo e di energie (quasi come se fosse un secondo lavoro).
Dall’altra parte invece, riesce a regalarti sia emozioni che soddisfazioni e da voi, miei cari amici e lettori, devo ammettere che di soddisfazioni ne ricevo moltissime, a volte anche fin troppo poco meritate.
Giorno dopo giorno, mi convinco sempre di più che questa dimensione mi dia l’opportunità di crescere e di rapportarmi con gli altri anche in modo costruttivo, ma dall’altra parte ogni tanto, è veramente piena di una serie di meccanismi intrinseci, nei quali non mi aspettavo di incappare, e se non sei abbastanza preparata e non sei anche un po' menefreghista, rischi seriamente di restarci male (di questo tra di noi, molte volte ne abbiamo anche già parlato).

Da questa breve esperienza, ho potuto fare un’ulteriore introspezione, arrivando a vedere ancor più da vicino, i miei pregi e i miei difetti!
I miei pregi li conosco: l’estro creativo, la parlantina, il senso dell’ironia, la socievolezza, la comunicazione, e poi ho il pregio di amare e di affezionarmi.
I miei difetti...pure: per prima cosa a volte so anche essere "incazzosa" (e con voi non è mai successo), ma gli errori peggiori in questo contesto, consistono soprattutto sul mio modo di scrivere; commetto gravi errori di sintassi e nei commenti a causa della velocità, ne faccio anche d' ortografia. Questi gravi errori purtroppo, non mi danno la possibilità di esprimermi al meglio, per cui capita che anche nella bloggosfera, gli pseudo o veri "qualcosa"(non so, non si capisce, e sinceramente poco importa perché non li conosco), fanno fatica a comprendermi e giustamente a modo loro me lo hanno fanno notare... ma non solo si sono limitati a questo, inoltre mi hanno dato della qualonquista, domandandomi addirittura che cosa mai di strano io fumo. E cosa vuoi dargli torto? In fondo hanno anche ragione.
Di questo mio difetto ne sono consapevole, e voglio promettere a me stessa che cercherò di riparare a questa mia grave pecca.
È chiaro, non diventerò mai una scrittrice innata, ma dove potrò migliorare migliorerò!
Inoltre lo confesso, ho un altro difetto, mi capita di leggere frettolosamente dei post dando così risposte veloci ed istintive, dove in alcuni casi potrei anche evitare di commentare.
Sicuramente pubblicherò un po’ di meno, non solo a causa dei miei impegni esterni, ma anche per migliorarmi a livello di scrittura e per prendermi più tempo di leggere i post con più tranquillità, riflettendo così un pochino di più (altro difetto: penso troppo velocemente), ponderando meglio ogni soluzione, onde evitare di dare risposte insensate che potrebbero causare spiacevoli disguidi o eventuali mancanze.
Ecco che per me il blog, non è solamente un modo di fare conoscenza, anche se poi in realtà per me significa soprattutto questo, ma è inoltre una forma di crescita personale ed evolutiva, dal quale imparo e posso imparare moltissime cose.

Sono giunta a parlarvi di questo perché (per fortuna o per sfortuna raramente), all’interno della bloggosfera mi è capitato di imbattermi durante questo week end, in una situazione poco piacevole (evito comunque di citarvela, tanto non è importante), trovandomi a commentare d’istinto in un post che forse a mio avviso, era più “grande di me”, ricevendo indietro risultati a dir poco incoraggianti .
Oggi però ho imparato anche questo, a non prendermela più ( anche se in un primo momento ci sto male) , anzi, voglio farne di queste esperienze "negative", un vero e proprio tesoro: sono una persona che rifletto e imparo dai miei sbagli.
Queste cose è vero, ti avviliscono, ma ciò che voglio fare è andare avanti, perché è anche grazie a queste cose che si impara a crescere.
Ma soprattutto è con voi, cari amici lettori e commentatori, che sto ulteriormente crescendo.

p.s.: perdonate lo sfogo, ma mi sa che di questi tempi c'è un virus incazzoso in giro.

Buona inizio settimana.

34 Comments:

Anonymous pachiderma said...

beh, il messaggio mi sembra che tu sia riuscita a trasmettere molto bene i tuoi pensieri. a volte per comprendere un post però serve consocere i retroscena, che magari si scoprono da post precedenti, e cmq penso che a volte il blog (che ritengo debba essere un diario) a volte viene scambiato per un forum dove aprire dibattiti. è naturale poi che ci sia scambio di idee, ma la cosa più bella è quando trovi spunti di migliramento come hai fatto tu. e devo dire, che nonostante tu sia svizzera, ti esprimi in un italiano molto comprensibile! ;-)
ora però non diradare troppo la tua presenza eh!

9:02 AM, settembre 18, 2006  
Blogger Alberto said...

Ciao, Sonia...
Noi di fatto non ci conosciamo, anche se da un paio di settimane ci stiamo "annusando", ma, rischiando di apparirti superficiale, viglio ugualmente scriverti cosa penso di questa tua lettera aperta...
1) Il blog, come anche i siti internet, nasce da esigenze di comunicazione globale. L'averne fatto uno strumento di conoscenza intimo di un gruppo di persone è una variante moderna, ma la vita reale -per fortuna o purtoppo- è fatta di sguardi e di emozioni che una tastiera non può dare. Il fatto che tu lo sappia e riesca a prenderne le distanze depone a favore della tua maturità e lucidità.
2) Tutti noi commettiamo errori e ci arrabbiamo, non hai l'esclusiva su questa prerogativa. Il mio consiglio a riguardo è: fatti conoscere da chi conosci, prendi con le molle tutte le conoscenze virtuali oppure rischi di crearti mondi/fantasie non corrispondenti alla realtà (una mia amica recentemente ha scoperto che stava aprendosi a un uomo che lei credeva fosse un medico, mentre invece lui gli scriveva dal carcere dove sta scontando 20 anni per tentato omicidio...).
3) 100 post su internet non valgono una giornata di sole e il sorriso di chi ci vuole bene, quindi non sentirti in colpa se avverti l'esigenza di scrivere meno ai tuoi "lettori" virtuali. Segui l'istinto, se cerchi la tua felicità.

In bocca al lupo!
Un abbraccio (virtuale) ;-)

9:55 AM, settembre 18, 2006  
Anonymous Dusseldorfer said...

Buon giorno carissima!
Bel post, molto sincero e molto maturo!

Il blog, per come lo interpreto io, è un modo di sfogo. Mi spiego meglio.
Scrivere è terapeutico e fa bene, veramente bene. Me ne sto rendendo contro sempre più.
Poi permette di passare del tempo con una 'compagnia di amici' durante la giornata senza avere l'esigenza di starci a contatto (anche se la seconda opzione è da preferire)!

Comunque sia una bella ed utile riflessione.
Complimenti

10:05 AM, settembre 18, 2006  
Blogger krepa said...

la classica crisi da blog o da momento scazzato...anch'io l'avevo chiuso, poi riaperto, poi mi sono allontanato....tutto molto naturale, come il chiedersi perchè lo tengo e il rispondersi che in fondo ti(ci) serve

12:17 PM, settembre 18, 2006  
Anonymous Eulinx said...

Bella riflessione, Sonia.
Il blog, se preso così, aiuta a chiarirsi le idee. Scrivere aiuta a chiarirsi le idee.

ciao, buona settimana

1:03 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Clopin said...

E Sonia, Sonia ... come riportai, una volta, nel mio blog (oramai chiuso, per debiti di vita): "Non si scrive perché si ha un’idea.
Si scrive perché non si sa fare altro!"

Chi sono? ... mi presento, sono il principe degli straccioni (poeti, mendicanti, patetici, pazzi, uomini soli, donne sole, bambini cresciuti troppo in fretta, ladri di sogni, mercanti di parole, truffatori del cuore, etc.). Sono colui che sa che s'impara dai propri sbagli ... e allora, mi piace sbagliare.

E, poi, ... passavo di qua! Ma sta tranquilla, non chiederò elemosina, perchè mi hai già dato il soldo del sogno e della parola: e ciò mi basta!

In cuor mio, spero di ritrovarti ...

Clopin

1:46 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Astralla said...

Cara Sonia...
Ciao!
Sono tornata e ti trovo riflessiva e un intristita dalle vicende...
Ora ti lascio solo una traccia, sono ancora presa dalla risistemazione bagagli, ma ti sono vicina, e ti capisco, anche dal mio piccolo, spesso incazzareccio di passagio (come nuvole in cielo), con tanta parlantina, e che ci mette sempre troppo di se, col il rischio di rimanerci male!
Sono arrivata alla conclusione che è una grande grandissima qualità.
Continua così, a presto!
Un baciotto!

1:50 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Astralla said...

Perdonate la dislessia da mancato utilizzo della tastiera! (Ci sono un sacco di errori nel mess. precedente!)

1:52 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Mad Riot said...

Beh, tutti i blogger credo siano come te! Nessuno, senza le qualità che ti riconosci, potrebbe gestire un blog, e sarebbe inumano leggere attentamente tutti i post...un saluto a volte è sufficiente: l'argomento del post potrebbe non interessare!

2:02 PM, settembre 18, 2006  
Blogger laollo said...

buon inizio di settimana dolce Sonia.

2:15 PM, settembre 18, 2006  
Anonymous angioletto79 said...

Buon pomeriggio prima di tutto!

ah!! nn mi parlare di errori di battutura!!! Anche il mio capo ci ha fatto l'abitudine!! Sta scommettendo ogni volta su come gli scrivo un parola!! ahahahaha!

sono pienamente d'accordo con Eulinx

un bacio e un abbraccio
Mary

3:10 PM, settembre 18, 2006  
Blogger lophelia said...

Ciao Sonia, il rapporto col blog secondo me è un work in progress, si scopre via via andando avanti...finchè se ne ha voglia...
Condivido del tutto le tue riflessioni sul blog come strumento di automiglioramento.
Ad ogni modo visto che sarà difficile liberarci del tutto dai nostri difetti mi raccomando: vai fiera dei tuoi pregi che ti assicuro non sono pochi! un bacione

3:34 PM, settembre 18, 2006  
Blogger MoMo said...

Ciao Sonia,
credo di aver capito la fonte "ispiratrice" del tuo post.
Capita a volte di non conoscere determinate cose, non sempre si è informati su tutto ..
e la rete è un mezzo, anche questo, per mettere ( o essere messi) a conoscenza.
Con questo non voglio entrare nel merito della "discussione" che hai avuto questo week end .. ma credo sia più opportuno informarsi su argomenti dei quali non si conosce molto ..ed "evitare di sparare a zero".
Lasciare un proprio pensiero è sempre un'ottima cosa.. ma la fretta, si sa, non sempre aiuta.

Spero che tu non te la prenda per le mie parole..

Un abbraccio.

Un inchino,
Simo

3:49 PM, settembre 18, 2006  
Blogger BloggoIntestinale said...

sonia non vorrei scrivere cazzate con errori macroscopici, sono di fretta, condivido in pieno il pensiero di momo. anch'io ho letto il post da cui tutto è partito e forse per completezza di informazione sarebbe da linkare. vedi tu.

3:58 PM, settembre 18, 2006  
Anonymous Beppone said...

Io posso pretendere tutto tranne che di dare consigli e di dirti cosa tu debba o non debba fare... io ho cominciato da poco a leggerti e devo ammettere che mi piace quello che leggo .. quello che esprimi e come ..lo esprimi..
Essere corretta nella grafica.. nell'ortografia.. si.. bello.. ma non è quello che conta..
Non mi interessa una Sonia che scrive forbito, ma che non trasmette il suo cuore con le parole.. personalmente ti trovo "giusta" così.. la perfezione non esiste.. anzi "perfezzione!" :D :D
Non so cosa sia avvenuto.. ma gli "errori da blog" assomigliano tantissimo agli "errori di vita reale" perchè anche lì capita di "intromettersi" in una discussione magari non sentendo o comprendendo tutto ..
Grazie di esserci Sonietta.. :D

4:23 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Fabio said...

Anche io credo che la tua presenza nella blogsfera sia importante Sonia e ti ricopio quello che ho scritto di la' da me a proposito di questa storia. Spero che tu non abbandoni London Calling. Un abbraccio.

"Capisco che il punto di vista di Sonia sia un po' estremo e possa generare indignazione in qualche lettore, ma io credo che in ogni discussione si debbano opporre argomentazioni concrete. Inizio io e poi vorrrei che qualcuno di voi aggiungesse altri fatti. Per esempio, oggi i contadini libanesi si trovano nella condizione di non potere accedere ai propri campi, perche' ci sono un milione di cluster bombs israeliane inesplose. Non so se questo puo' cambiare la tua opinione Sonia, ma immagina essere uno di questi contadini, e dovere scegliere se rischiare di incappare in una mina (quindi un'amputazione se non la morte) oppure abbandonare il raccolto per il quale hai sudato tutti gli scorsi mesi. Ecco, io credo che se ti fermi per un istante a pensare a questa conseguenza, una tra le tante, la guerra ti sembra qualcosa dalle implicazioni molto piu' tangibili e vicine. Un altro esempio ce lo fornisce Patti Smith, la quale ha appena scritto un brano, sccaricabile al suo sito, sulla storia di una madre libanese che riesce a salvare soltanto uno dei suoi figli, mentre perde la figlia piu' piccola. Sei una donna Sonia, prova a immedesimarti in quella madre. Non si tratta di fantasie, ma di fatti. Sei una ragazza sensibile, fai volontariato con i ragazzi disabili, non e' giusto che tu volti lo sguardo altrove. E' importante che anche tu aiuti a diffondere messaggi di pace, invece che di indifferenza.

Pero' vorrei che tutti noi accettassimo anche chi, con le sue parole, esprime la confusione che i media contribuiscono a generare, e reagissimo spiegando e argomentando, anziche' con battute e frasi che possono suonare offensive.

Sonia, sei comunque dei nostri, continuo ad apprezzare la sensibilita' che sei in grado di esprimere in altri ambiti.

5:41 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Viola said...

A me piaci così come sei.Non devi volerti cambiare perchè qualcuno ti ha attaccato.Tu sei quella che sei e sei bellissima. Fanculo tutti quelli che non lo capiscono.

6:47 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Carmen said...

Ehh per quanto riguarda gli errori non dirlo a me io scrivo di getto senza mai rileggere cio' che scrivo (e si vede) ma non mi interessa anche questo fa parte di me .. prendere o lasciare chi ti legge è perchè ti apprezza cosi come sei quindi non starti a porre troppe domande ... è giusto migliorare ma essere anche come si è!
A chi non sta bene a chi non piace il tuo modo di confrontarti di esporti di commentare be' un semplice clic e qui si ha la possibilita' di cambiare pagina!
Un baciooooooooo

7:44 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Torino-Kiel said...

Complimenti per la sincerità e l'autocritica.
Questo che hai scritto è il primo Post che leggo sul tuo blog.
Sicuramente non sarà l'ultimo.
Ciao
Torino-Kiel

9:40 PM, settembre 18, 2006  
Blogger coneja said...

Ciao Sonia!
I blog sono una bella cosa, ma mi viene in mente di scrivere che sono troppo veloci.
Si salta da un argomento all'altro, da una persona all'altra, in un momento, e a volte è difficile cambiare registro.
Almeno, il mio cervello s'ingolfa, spesso.
A me fa bene prendere fiato tra uno e l'altro...

9:49 PM, settembre 18, 2006  
Blogger PiB said...

Blog croce e delizia...come molte altre cose...va usato non abusato...

10:14 PM, settembre 18, 2006  
Blogger Dottor K said...

Ma possibile che nessuno abbia il coraggio di fare un pò di autocritica?
Tutti a trovar scuse, giustificazioni. Nelle parole di quasi tutti la perenne esigenza di moderare, addolcire la pillola.
Ovviamente non mi riferisco al tipo critica che fai tu a te stessa Sonia ma al fatto che tutti noi dovremmo fare i conti con la nostra parte narcisistica che ci spinge a voler lasciare a tutti i costi un segno ovunque passiamo.
Se non è chiaro io mi metto in prima fila in tutto questo.
Forse e dico forse l'unica cosa che ci rimane da fare è riflettere più su noi stessi.

11:47 PM, settembre 18, 2006  
Blogger PiB said...

@Dottor K: mi permetto di sottolineare il mio usato e non abusato che credo si collochi sulla tua stessa lunghezza d'onda

2:39 AM, settembre 19, 2006  
Blogger Pier said...

Quello che la gente pensa di te è sempre meno importante di quello che tu pensi di te stessa.
Sarebbe bello riuscire a non avere paura dei propri sbagli, perchè come dici tu è solo da quelli che si può imparare, soprattutto quando sono fatti sulla nostra pelle...

9:14 AM, settembre 19, 2006  
Blogger Dottor K said...

@PiB: è come dici tu, ma lo sapevo anche quando ho lasciato il mio commento.

10:07 AM, settembre 19, 2006  
Anonymous Dusseldorfer said...

Buon giorno! :)

12:25 PM, settembre 19, 2006  
Blogger sonia said...

Ciao a tutti ! Ripondere a 25 rischierei di finire veramente domani, ci sarebbero altre cose da aggiungere e potrei stare qui con voi su questo post a parlarne per giorni..:o)))
Quindi risponderò abbastanza sinteticamente, magari raggruppandovi anche insieme e in maniera un po’ sparsa. Ho letto e riletto i vostri commenti…uno più bello e importante dell’altro.
Ma per prima cosa volevo ringraziarvi veramente a tutti!

Per prima cosa volevo dare un benvenuto a Coplin, sono felice che il caso ti abbia portato fino a qui, grazie per le tue semplici e umili parole, sei tu ad avermi regalato un sogno…spero che così, allo stesso modo in cui casualmente sei arrivato ieri, spero possa riaccadere ancora.
Un benvenuto a Torino Kiel, passerò a trovarti.

Un calorosissimo bentornata Astralla! Mi fa piacere che tu sia arrivata subito a salutarmi, un po’ meno forse che dopo la tua bellissima vacanza, tu mi abbia ritrovata così! Ma ogni tanto anche questi momenti di introspezione e di riflessione sono importantissimi. Un baciotto! Ci vediamo presto da te con il tuo resoconto.

Pachi, Dass, Beppone grazie per la vostra costante presenza sul mio blog…le vostre parole mi danno molta forza!

Alberto, è vero che è da molto tempo che ci “annusiamo”, ma sono proprio contenta che grazie al Blog Day di Mary, abbia avuto modo di conoscere anche te. Seguirò i tuoi preziosissimi consigli.

Eulinix, Mary e Coneja, anche a voi, grazie per la vostra presenza, e condivido con voi il fatto che il blog aiuta a schiarirsi le idee. Infatti è ciò che sta succedendo a me in questi giorni! Coneja e dici proprio bene tu, che si passa da un argomento all’altro, che si salta di persona in persona e a volte ci si fonde proprio il cervello! Ecco, io per evitare questo, me la prenderò con più calma e distacco!
Un abbraccio!

Mad dici bene, fino a poche ore fa la pensavo anche io così, adesso meno! Comincio a sentirmi bloccata nel commentare anche agli altri. Ma passerà e passerò anche a farvi un salutino veloce. Anche io la vedo come te comunque, ma su certi argomenti importanti è bene fermarsi a riflettere di più! (parlo per me ovvio) Ed è anche vero che se un argomento poco mi interessa basta sola anche un saluto.

Laollo dolce inizio settimana anche a te! 

Viola, Carmen, Krepa, siete formidabili, che bello avervi qui fra i miei commentatori! Io vi adoro a tutti e tre! Krepa, non è sintomo di chiusura, ma di vedere in modo più chiaro l’ approccio al blog! Arrivo arrivo da te…l’incubo Sonia ti perseguirà ancora…

Pier, Dottor K, Pib: a poche parole buon intenditore…con le vostre poche parole siete sempre chiarissimi. È vero Dottor K, condivido che sia importante che ci sia anche qualcuno che non abbia la perenne costanza di addolcirci la pillola. Condivido perché queste persone, ti risvegliano certe cose, e ti aiutano a riflettere! M anche le belle parole, dette in un certo modo possono comunque aiutare.

Lophelia, non sai che immenso piacere mi ha fatto il tuo intervento. Quando ti ho vista comparire, mi i è tranquillizzato il cuore! Sei stata un raggio di sole.

MoMo e Teo condivido in pieno le vostre parole! Su certi argomenti se non sei più che preparata, forse è meglio non buttarsi a capofitto, ma riflettere un attimo prima di buttarsi! Teo, non ho voluto e non voglio linkare il Blog in questione, perché Fabio che era il titolare del suo blog, non c’era fino a ieri pomeriggio, e tra l‘altro non era lui o il suo blog l’oggetto in questione, i commenti! Inoltre Teo, con questo post, non intendevo attaccare nessuno, solo fare un accurata riflessione su me stessa! Da un lato è vero, sarebbe stato giusto, ma senza ordine di Fabio non mi sarei permessa! È stata solo una questione di educazione e di rispetto nei suoi confronti. Tutto qui!
Simo, non preoccuparti, non ho preso a male le tue parole, anzi, condivido in pieno con te il fatto che su certi argomenti non bisogni sparare a zero! Di questo ne ho preso veramente atto! Un abbraccio!

Eccoci Fabio, a noi due adesso :o)))
Mamma mia che giornata quella di ieri, e del week trascorso.
Ti ripeto che mi soffermerò di più a riflettere su certi tuoi post! Il messaggio è chiaro adesso! Anche io sento il bisogno forse di spalancare un po’ di più gli occhi su certi argomenti…senza chiuderli o far finta di non più voler ascoltare! Tornerò a London Calling, non preoccuparti, è sempre un piacere leggerti! Ogni tanto qualche mio OT però te lo farò anche…non pensare :o)))

Un abbraccio a tutti!

1:39 PM, settembre 19, 2006  
Blogger Morgan said...

Ah Sonia! I momenti del c###o capitano a tutti, anche in questo strano e banale a volte mondo blog.
Io mi sento solo di dirti che bisogna andare avanti solo se ti diverti, altrimenti rifletti sul tuo prenente bene bene.
Se gli scossoni e il tempo che impeghi nel blog sono forti da condizionare troppo la vita "reale" forse c'è qualcosa che non va.

Un abbraccio e sorridi.. dai, sorridi! L'hai fatto o no? Ohhhh! E fallo! :)

Morgan

2:01 PM, settembre 19, 2006  
Blogger Astralla said...

Non so esattamente cosa sia successo durante la mia assenza da farti stare male, ma sono certa al mille per mille che tutto si risolverà, con la tua grinta, tutto il male passa. Qualunque cosa tu abbia bisogno son qua! Grazie per il caloroso bentornato e vai a vedere le fot...ti allieteranno di certo il cuore.
Momenti colorati, Sonia..

5:46 PM, settembre 19, 2006  
Anonymous namor said...

Gli errori che uno non farebbe mai, alle volte sono dovuti anche ad un periodo di forte stress...
Sonietta stai serena, che questo piccolo intoppo non scalfisce quanto di buono hai fatto! Un forte abbraccio...

6:42 PM, settembre 19, 2006  
Blogger Clopin said...

... a proposito, not che sei un'amante della fotografia o sbaglio? La foto non è di Lindbergh? ... brava!

Clopin
P.S. grazie per il tuo "benvenuto", grazie!

9:55 AM, settembre 20, 2006  
Anonymous Dri said...

Ciao Sonia.. arrivo un po' in ritardo a leggere questo tuo post.. e devo ammettere che dopo averlo letto, da un lato voglio dirti che condivido l'idea di crescita personale che scrivere e commentare sui blog implica.. dall'altro che apprezzo davvero moltissimo l'autenticità e introspezione della tua scrittura.. sia nei post che nei commenti, per me sempre puntuali.. Da qualche tempo io riesco poco a scrivere post introspettivi per la sola ragione che vivo un periodo in cui ho forse poca voglia di indagarmi e sciogliere i miei "nodi" emotivi.. E' una cosa che voglio recuperare.

Un bacione.

11:49 AM, settembre 20, 2006  
Anonymous Dass said...

Hola, buenos dias!

12:07 PM, settembre 20, 2006  
Blogger sonia said...

@Morgan: condivido! :o)
Un sorriso per te :o)

@Astralla: sono andata e devo dire che le tue foto, mi hanno portato lil sole nel cuore!
Grazie!

@Namor: grazie e sempre per le tue parole.Un abbraccio.

@Dri: secondo me comunque devi anche permettertterti da avere il tuo tempo. In fondo non viviamo solo per il blog...la scrittura deve essere un piacere. Un piacere e basta come del resto il blog.

@Coplin: si, amo moltissimo la fotografia d'autore. Soprattutto quella in bianco e nero! Un abbraccio mio carissimo principe!

1:20 PM, settembre 20, 2006  

Posta un commento

<< Home